Gli Skorpions Varese vincono ma i Wolves vendono cara la pelle.

Sabato 22 ottobre si è giocato il big match con Varese, partita che sulla carta si preannunciava difficile. Varese, squadra molto titolata, nella scorsa stagione è stata retrocessa in serie A2, quindi era tra quelle più insidiose da affrontare. Ma veniamo al racconto della partita, sempre giocata nel campo casalingo di Bareggio. La nostra squadra si presenta con lo stesso quintetto titolare schierato con Modena. Tra i pali Mattia Abbate, in difesa gli stick Alberto Masini e Mohammed Baidi, in attacco due mazze Renato La Cara e Davide Lione. Dall’altra parte Varese si presenta con Filomena tra i pali, in difesa lo stick Mantiero, in attacco tre mazze Bortolini, Ronsval e Santeramo. Alcuni giocatori di Varese sono stati convocati più volte in nazionale e questo ha permesso loro di acquisire ulteriore esperienza. Il primo quarto si apre con un paio di conclusioni di Varese che non creano troppi pensieri e, dopo un paio di minuti, approfittando di uno spazio lasciato in mezzo, con un tiro molto bello, Renato trova la via del gol ed è subito 1-0.  Dopo alcuni minuti, sempre nel primo quarto, Varese riesce a trovare la via del 1-1 con Santeramo, che riesce ad anticipare il portiere Mattia. Nel primo quarto arriva anche la rete del vantaggio di Varese che si porta sul 1-2 con Ronsval, spesso efficacemente francobollato da Mohammed e da Alberto. Ronsval sicuramente è stato il giocatore più pericoloso della sua squadra ma è stato contenuto in maniera egregia dai nostri giocatori. Da segnalare anche l’importante contributo da parte di Renato davanti alla propria area, con ottime chiusure e anche di Davide che ha recuperato palline preziose permettendo diverse ripartenze. Nel secondo tempo Renato trova alcune conclusioni molto belle ma a causa di alcune parate importanti del portiere di Varese e anche di un po’ di sfortuna, non trova la via del gol. Spesso la pallina rimbalza ma senza entrare dentro la porta perché come in tutti gli sport, anche la fortuna fa la sua parte. Nel secondo tempo alla fine Varese si trova 1-3 con il solito Ronsval che, oltre a trovare la difesa pronta, trova anche un Mattia sul pezzo, che compie un paio di parate abbastanza complicate anche se rischia un’autorete che per fortuna gnon entra. All’inizio del terzo tempo è dove si decide la partita: in un minuto Varese si porta sul 1-5. Le reti vengono siglate prima da Bortolini e poi dal solito Ronsval. La squadra di casa dopo questi due gol fa un po’ fatica a rientrare in partita ma dopo qualche minuto si riprende, andando vicina al gol. Poco prima della fine del terzo tempo arriva il gol dell’1-6 sempre firmato Ronsval. Nel quarto tempo viene fatta la staffetta con il portiere Luca Ive, ancora più in crescita rispetto alla prima partita che, con un po’ di sfortuna, subisce il gol dell’1-7. Ma al di là del gol, la prestazione di Luca risulta comunque molto convincente. Nel quarto tempo i Wolves iniziano a pressare gli avversari e Renato recupera qualche pallina strappandola agli avversari e trova la rete del 2-7 con un gol dalla distanza di pregevole fattura. Quasi allo scadere, con un tiro all’indietro molto bello anche da vedere, Renato arriva vicinissimo al terzo gol. Negli ultimi due minuti Varese fa entrare dalla panchina Anna Rossi. Alla fine la partita si chiude sul 2-7 ma sicuramente noi Wolves abbiamo venduto cara la pelle e forse avremmo meritato un paio di gol in più. Ci siamo dimostrati una squadra affiatata e questa partita sicuramente ci ha fatto capire che possiamo giocarcela. Il fatto di aver costretto Varese a giocare gran parte della partita con la formazione titolare, fa capire ancora di più lo spessore della nostra squadra. Sicuramente c’è sempre molto da migliorare ma il lavoro del mister incomincia a portare i suoi frutti. Visto che parliamo del mister Alessandro Bruno, ecco alcune sue parole nel post partita “la partita è stata una scoperta perché la squadra di Varese ha cambiato molto in questi anni. Il nostro approccio è stato positivo, abbiamo fatto il nostro gioco e abbiamo perduto qualche occasione. Anche se abbiamo fatto qualche errore nel complesso è stata un’ottima partita ed intensa. Loro chiaramente non si aspettavano di trovarci così competitivi e credo siano rimasti sorpresi. Un dato che conferma questa mia sensazione è il fatto che per quasi tutta la partita hanno schierato la formazione titolare. Quello che mi sento di rimproverare alla nostra squadra è un po’ di disattenzione e un calo di tensione che ha un po’ compromesso il risultato. Infatti punteggio finale è stato un po’ troppo pesante rispetto alla nostra prestazione. Al ritorno immagino che giocheranno allo stesso modo e noi dovremmo cercare di sfruttare meglio le occasioni. Perché in questa partita di occasioni ne abbiamo avute ma non siamo riusciti a capitalizzare. Tutti i giocatori sono stati bravi tranne qualche calo di tensione ma sicuramente abbiamo fatto una partita ad alti livelli anche se c’è ancora tanto da migliorare.”

Adesso il 20 novembre ci sarà la replica di questa partita, questa volta in casa di Varese e dopo questa partita ci sarà più chiarezza su quale sarà l’esito finale del girone D. Anche se la partita è fuori casa, se per caso capitate vicino alla palestra di Varese più precisamente a Besnate, veniteci a supportare. La partita di andata è stata molto avvincente per noi giocatori e siamo sicuri che anche per voi tifosi. Non ci sarà da annoiarsi e poi potrebbero esserci delle novità importanti ma ovviamente non voglio anticiparvi nulla.
Forza Wolves

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Instagram
WhatsApp